Ora disponibile in streaming!

NESSUNO SI EDUCA DA SOLO

Come costruire una comunità per crescere assieme

Convegno
Nazionale CPP
Piacenza

Sabato 22 ottobre 2022

Teatro Politeama Via S. Siro, 7 – Piacenza

“Nessuno si educa da solo. Come costruire una comunità per crescere assieme” è il Convegno Nazionale Cpp svoltosi a Piacenza sabato 22 ottobre.

La lunga storia del Cpp, di impegno educativo e pedagogico in situazioni cruciali e difficili, viene messa a disposizione per riflettere e cercare assieme di uscire da una sensazione di deprivazione educativa che negli anni della pandemia, a cui si è aggiunta di recente l’ansia per la guerra, ha portato a condizioni di isolamento particolarmente crude.

Ci vuole uno sguardo condiviso sull’educazione, sul bisogno individuale e sociale di avere occasioni di crescita, di apprendimento e di sviluppo delle proprie risorse.

Educare non può essere delegato
in via esclusiva agli specialisti

Il desiderio educativo va coltivato assieme, non può essere lasciato ai soli tecnici del settore, siano essi genitori o insegnanti.
La società di oggi è sempre più interconnessa e nessuno può mettersi al riparo in una nicchia protetta e isolata.

Serve uno sguardo comune, benevolo e positivo, uno sguardo che sappia far squadra e interagire pur nelle inevitabili differenze e punti di vista divergenti.

Il convegno è stata un’occasione unica, un nuovo inizio che segna una necessità di rompere il pregiudizio e la retorica sulla società liquida per organizzare una sensibilità comune, seppur non omogenea, per restituire speranza al bisogno dei più piccoli, dei più giovani e di tutti noi di sentirsi parte di un universo in crescita e in apprendimento.

Daniele Novara

I disegni di questo convegno sono stati realizzati da Silvio Boselli e si riferiscono alla fiaba dei fratelli Grimm “I musicanti di Brema”.

Illustrazione Cane

ASINO AL CANE

ASINO AL CANE

"Io vado a Brema a fare il musicante, vieni anche tu e fatti assumere nella banda."

Il cane era d'accordo.
Illustrazione Gatto

ASINO AL GATTO

ASINO AL GATTO

"Vieni con noi a Brema: ti intendi di serenate, puoi entrare nella banda municipale."

Il gatto acconsentì e andò con loro.
Illustrazione Galletto

ASINO AL GALLETTO

ASINO AL GALLETTO

"Cresta rossa," disse l'asino, "vieni piuttosto con noi, andiamo a Brema; qualcosa meglio della morte lo trovi dappertutto; tu hai una bella voce e, se faremo della musica tutti insieme, sarà una bellezza!"

Al gallo piacque la proposta e se ne andarono tutti e quattro.

TUTTI INSIEME

“L’asino dovette appoggiarsi alla finestra con le zampe davanti, il cane saltare sul dorso dell’asino, il gatto arrampicarsi sul cane, e infine il gallo si alzò in volo e si posò sulla testa del gatto. Fatto questo, a un dato segnale incominciarono tutti insieme il loro concerto: l’asino ragliava, il cane abbaiava, il gatto miagolava e il gallo cantava.”

IL PROGRAMMA

La versione in streaming contiene i 10 interventi principali per un totale di circa 4 ore di video

Nessuno si educa da solo
con Daniele Novara, pedagogista, direttore Cpp, autore.

Come fare il gioco di squadra e costruire comunità
con Damiano Tommasi, Sindaco di Verona e ex calciatore, intervistato da Lucia Castelli, pedagogista.

Usare l’immaginazione per crescere insieme
con Carlotta Natoli, attrice, dialoga con Antonella Gorrino, insegnante e formatrice Cpp, sull’esperienza con l’Associazione UNITA.

I bambini e le bambine stanno bene senza etichette
con Susanna Tamaro, scrittrice, dialoga on line con Laura Beltrami, pedagogista e formatrice

L’eccesso di plusmaterno e il bisogno di comunità
con Laura Pigozzi, psicoanalista, autrice, dialoga con Lorella Boccalini, formatrice Cpp.

La scuola delle crocette non fa comunità
con Alex Corlazzoli, insegnante e giornalista.

I musicanti di Brema
Lettura scenica di Carolina Migli Bateson, attrice, accompagnamento musicale GianFrancesco Amoroso scenografia di Silvio Boselli.

Nessuno litiga da solo
con Giacomo Poretti, attore, e Daniela Cristofori, psicologa e attrice.

Narcisismo e comunità
con Silvia Vegetti Finzi, psicologa e autrice, dialoga con Marta Versiglia, pedagogista.

In Europa per litigare bene
con Elena Passerini e Vanja Paltrinieri, formatrici Cpp presentano Progetto Cpp Europa.

Staff formativo Cpp: Paola Cosolo Marangon, Lorella Boccalini, Elena Passerini, Marta Versiglia, Laura Petrini, Laura Beltrami, Vanja Paltrinieri, Massimo Lussignoli, Emanuela Cusimano, Antonella Gorrino.

I RELATORI

Daniele Novara

Pedagogista, Direttore del CPP e della rivista Conflitti, autore di bestseller pedagogici.

Damiano Tommasi

Ex calciatore, politico, attualmente è sindaco di Verona.

Susanna Tamaro

Scrittrice per ragazzi e adulti, autrice musicale.

Laura Pigozzi

Psicoanalista, dottoressa in Psicologia Clinica, in Filosofia Morale, Saggista e insegnante di canto.

Silvia Vegetti Finzi

Psicologa, pedagogista, psicoterapeuta, già docente di Psicologia Dinamica presso la Facoltà di Filosofia dell’Università di Pavia.

Giacomo Poretti

Attore

Daniela Cristofori

Psicologa, attrice

QUOTA DI ISCRIZIONE

Il video streaming del convegno è ora disponibile per l’acquisto.

Se hai partecipato al convegno in presenza, troverai la versione in streaming
del convegno nella tua area personale del sito.

Carta del Docente - Logo

Il convegno è riconosciuto dal MIUR come aggiornamento e formazione per insegnanti, è possibile iscriversi anche utilizzando la Carta del Docente.

Al termine del convegno, ai partecipanti verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Vuoi saperne di più?

Per qualsiasi dubbio o richiesta di informazioni sul convegno, chiamaci al numero 331 7495412 o scrivici all’indirizzo: convegno@cppp.it.

In alternativa compila compila il form con i tuoi dati e ti contatteremo al più presto.

PARTNER

Con il Patrocinio di:

Logo Assemblea Legislativa Regione Emilia-Romagna
Logo ANEP ATS

In partnership con:

Logo Crescendo by Sodexo

Media partner:

Logo Vita

Nessuno si educa da solo

È necessario attivare uno sguardo condiviso sull’educazione, sul bisogno individuale e sociale di avere occasioni di crescita, di apprendimento e di sviluppo delle proprie risorse, che sappia far squadra e interagire pur nelle inevitabili differenze e punti di vista divergenti.

L’indifferenza, la trascuratezza e un senso narcisistico dell’esistenza tendono a negare il valore comunitario del far crescere le nuove generazioni e del crescere assieme a loro.

Vi è la una necessità di rompere il pregiudizio e la retorica sulla società liquida per organizzare una sensibilità comune, seppur non omogenea, per restituire speranza al bisogno delle nuove generazioni e nostro.

DANIELE NOVARA, pedagogista, Direttore del CPP e della rivista Conflitti, autore di bestseller pedagogici.

Convegno 2022 - Nessuno si educa da solo

Come fare gioco di squadra e costruire comunità

Il gioco di squadra appartiene al calcio così come ad altre discipline sportive. Fare squadra significa saper accettare il punto di vista dell’altro ma anche far fruttare i propri talenti mettendoli a servizio della collettività.

L’esperienza lavorativa può essere trasportata nella vita e in particolare in alcune attività che confermano la necessità di lavorare assieme per il raggiungimento di obiettivi importanti. La politica è forse uno degli ambiti più alti in cui esprimersi e far diventare prassi concreta un ideale di comunità.

A partire dalla propria esperienza nel sociale, nell’attività agonistica e in quella politico amministrativa, Damiano Tommasi ci aiuterà a definire gli spunti utili e necessari per creare una comunità che sia davvero educante.

DAMIANO TOMMASI, ex calciatore, politico, attualmente è sindaco di Verona. Più info: biografia su Wikipedia 

Convegno 2022 - Nessuno si educa da solo

I bambini e le bambine stanno bene senza etichette

Solo chi ha provato l’esperienza può parlare fino in fondo di questa discriminazione. Le etichette sono generate da chi non sa mettersi empaticamente nella pelle dell’altro.

Bambini e bambine sono esposti in maniera esponenziale ai “marchi”, un bambino affetto da qualche sindrome diventa molto spesso vittima di “catalogazione”.

La sua vita cambia, tutto attorno a lui o lei cambia perché non può percepirsi come “normale”. Susanna Tamaro racconta la sua storia, la fatica di stare dentro una quotidianità costruita per difendersi dagli altri ma anche dalla capacità di imparare a convivere con quella sindrome e governarla quanto più possibile. Sarà un’occasione per conoscere un aspetto faticoso che può senza dubbio essere visto come risorsa per crescere e aiutare a crescere.

I bambini non hanno bisogno di etichette, anche gli adulti.

SUSANNA TAMARO, scrittrice per ragazzi e adulti, autrice musicale.
Più info: susannatamaro.it

Convegno 2022 - Nessuno si educa da solo

L’eccesso di plusmaterno e il bisogno di comunità

Il cittadino-bambino è il frutto del plusmaterno, cioè del fallimento della funzione materna per eccesso di protezione. Il cittadino-bambino è il bambino ipnotizzato, addestrato a obbedire e a compiacere, quello a cui si chiede, anche inconsapevolmente, fedeltà.

Le famiglie oggi tendono a considerare i bambini come proprietà esclusiva, ma essi fanno parte della polis e non solo perché saranno loro a reinventarla nel futuro, ma perché possano vivere il presente in maniera non claustrofilica. 
È necessario pensare in modo nuovo ai diritti dei bambini: non tutelarli solo in quanto figli, ma anche in quanto cittadini.

Il cittadino bambino, esercitato a credere di non poter fare a meno delle mani della madre è il sogno di ogni dittatore. Con le stampelle continue che mette la moderna iperprotezione degli adulti – dalla famiglia, alla scuola, alla polis – si sta preparando una generazione di sudditi perfettamente ipnotizzabili: ieri dal viso e dal seno della madre, domani dai politici che parleranno alla sua pancia. E a cui obbediranno. Con fede cieca.

LAURA PIGOZZI, psicoanalista, dottoressa in Psicologia Clinica, in Filosofia Morale, Saggista e insegnante di canto. Più info: pigozzi.info, laurapigozzi.com

Convegno 2022 - Nessuno si educa da solo

Narcisismo e comunità

Viviamo un un’epoca contraddistinta dal narcisismo, è un dato di fatto che non impressiona più nessuno. Ci si è chiusi in sé stessi, orientati più che altro a pensare al proprio benessere. La comunità sembra non essere più una componente interessante.

Ribaltando la questione possiamo porci la domanda: la mancanza di comunità ha generato un eccesso narcisistico? Come l’azione educativa condivisa può aiutare le giovani generazioni a ritrovare il senso del confronto, dell’aiuto reciproco, della possibilità di ricostruire la parola INSIEME? Con la pandemia sembrava essere ritornata la voglia di darsi una mano, di uscire da quella solitudine ormai strutturale. Aiutati da Silvia Vegetti Finzi proveremo a rispondere alla domanda: una via per uscire da questi eccessi c’è? Quale la strada da percorrere?

SILVIA VEGETTI FINZI, è una delle più importanti psicologhe italiane, pedagogista, psicoterapeuta, già docente di Psicologia Dinamica presso la Facoltà di Filosofia dell’Università di Pavia. Più info: biografia su Wikipedia

Convegno 2022 - Nessuno si educa da solo

Restiamo in contatto!

Iscrivendoti alla Newsletter riceverai le novità e le iniziative del centro diretto da Daniele Novara.