LA SCUOLA NON È UNA GARA

Le iscrizioni rimangono aperte fino al 16 Aprile!

GIORNI
ORE
MIN
SEC

Consulenza per genitori con il metodo Daniele Novara

Un nuovo servizio per i genitori in difficoltà nell'educazione dei figli.
Condividi:
Il Parent Counseling con metodo Daniele Novara aiuta i genitori in difficoltà. La consulenza per genitori è un supporto concreto.

Educare non è un compito facile, ci sono momenti o fasi complicate in cui i genitori si sentono completamente impreparati o a volte vanno in crisi, senza vedere una via d’uscita.

“Cosa faccio, come facciamo adesso?” è la domanda d’allarme quando la situazione sembra precipitare.

Quali sono i problemi?

A seconda dell’età dei figli, delle dinamiche famigliari e dei contesti, i problemi possono essere diversi e radicati a più livelli: dai bambini aggressivi agli adolescenti “fuori uso”; dalle difficoltà scolastiche alle carenze di autonomia o di rispetto delle regole; dalle incomprensioni in caso di separazione alle false diagnosi neuropsichiatriche infantili. Ogni realtà ha le sue implicazioni, specifiche e uniche. 

La consulenza per genitori è un aiuto concreto

I genitori hanno bisogno di supporto in un particolare momento della loro vita e il Parent Counseling è un approccio pratico e operativo orientato a tirar fuori le risorse che servono.

Il Parent Counseling è una novità assoluta in Italia, ma già diffusa e riconosciuta per la sua efficacia a livello internazionale. È consulenza pedagogica riferita ai genitori, con un approccio pratico e operativo orientato a tirar fuori le risorse che servono. L’affidabilità del Parent Counseling del CPP è il metodo Daniele Novara (con più di trent’anni di esperienza sul campo) che attiva e recupera le capacità di ogni genitore e figlio.

Come funziona?

Si tratta di trovare la soluzione al problema, di dare una risposta concreta, specifica e diretta ai genitori in difficoltà. Un intervento che consente di leggere la situazione educativa che si sta vivendo e di dare forza a potenzialità non evidenti. Dopo il primo incontro, vengono definite delle linee guida per orientare i genitori, per renderli efficaci, per sapere come e cosa fare per far funzionare quel sistema che sembra essersi bloccato.

Per chi è?

Il Parent Counseling è un approccio nuovo che lavora con tutti i tipi di famiglie, anche perché si distingue per un’assoluta assenza di giudizio (non si giudica il genitore, ma lo si sostiene nel percorso valorizzando le sue unicità) e non è una terapia (piuttosto un aiuto efficace e preciso).

L’attenzione è centrata sulla dimensione educativa dei figli e permette, se si vuole, di rivisitare anche la formazione ricevuta e la propria storia famigliare per scoprire le situazioni inceppate e poterle liberare.

Il metodo Daniele Novara prevede possibili miglioramenti in qualche settimana, grazie al cambio di relazione educativa che è spesso involontariamente la chiave del problema.

Esempi di situazioni che si possono affrontare con il Parent Counseling:

  • Bambini aggressivi con i genitori e gli adulti
  • Adolescenti “fuori uso”, refrattari e che non seguono i passaggi della loro età
  • Errate diagnosi neuropsichiatriche infantili
  • Come aiutare i genitori a mantenere un ruolo educativo nelle separazioni
  • Il (non) rispetto delle regole
  • I litigi tra i fratelli
  • Le difficoltà scolastiche
  • La mancanza di autonomia rispetto all’età anagrafica

Direttore scientifico: Daniele Novara

Staff dei consulenti: Laura BeltramiLorella BoccaliniMassimo LussignoliVanja PaltrinieriLaura PetriniFilippo SaniMarta VersigliaAntonella Gorrino.


Il servizio di consulenza per genitori è disponibile online e presso le sedi di: 

  • Milano via Giancarlo Sismondi 74
  • Piacenza via Campagna 83
  • Brescia in via Callegari 10 
  • Alessandria in Corso Roma 111
  • Modena

Per informazioni e prenotazioni appuntamenti studio.consulenza@cppp.it 3316190707 (dalle 9.00 alle 17.00 nei giorni feriali) oppure inviaci un messaggio tramite il modulo della pagina Contatti.

Dal 2023 è attiva il “Network Parent Counseling” di studi associati, gestiti da professionisti formati presso il nostro Centro, sotto la direzione scientifica di Daniele Novara.


Si affiancano al servizio di consulenza per genitori:

Il Gioco della Sabbia (a cura di Marta Versiglia) per bambini 3-11 anni. 

È un metodo nato in campo psicanalitico e applicato in ambito pedagogico.
Il bambino ha a disposizione una sabbiera (una cassetta rettangolare di zinco) di una dimensione prestabilita. Il fondo è dipinto di azzurro e contiene sabbia. Sugli scaffali si trovano diversi oggetti in miniatura che rappresentano personaggi, cose del mondo, animali, forme naturali (sassi, conchiglie, bastoncini) che il bambino può scegliere e posizionare sulla sabbia mettendo così in scena dentro alla sabbiera quello che con le parole a volte non riesce a esprimere, in modo da costruire una specie di disegno tridimensionale che spesso si anima. 

La sabbiera è un’esperienza che permette ai bambini di esprimersi e di rappresentare le proprie emozioni in una situazione di libertà e accoglienza.

È un racconto di sé, un momento di crescita. Uno spazio dove favorire la comunicazione, gli scambi verbali e soprattutto non verbali, dove gestire l’aggressività, buttare la rabbia e imparare a rapportarsi con gli altri.


Consulenze di orientamento per adolescenti (a cura di Filippo Sani)

Con la Maieutica Orientativa si propone una relazione di aiuto specifica in situazioni di crisi evolutiva e quando si devono compiere delle scelte.
Il servizio di Maieutica Orientativa rappresenta una procedura sistematizzata di facilitazione all’acquisizione di competenze individuali che consentono agli adolescenti di darsi delle risposte in maniera autonoma.

Si valutano le risorse di cui si dispone e i punti di criticità, nella costruzione di uno scenario operativo sostenibile.


Sostegno evolutivo ai ragazzi e alle ragazze (dagli 11 anni, a cura di Laura Petrini e Lorella Boccalini)

Gli inceppamenti nella crescita dei ragazzi e delle ragazze appartengono alle caratteristiche stesse dell’età e necessitano di un supporto specifico per sciogliere i tanti nodi intrecciati male nel corso di questa difficile e particolare fase della vita.
Il Colloquio Maieutico offre una sponda preziosa ed efficace.

CPP - Parent Counseling - Logo


Riferimenti per il Gioco della Sabbia

Il Gioco della Sabbia venne utilizzato verso la fine degli anni Cinquanta nell’ambito del lavoro analitico con bambini e bambine da Dora Kalff, psicologa svizzera allieva di Emma Jung.
La Kalff derivò il Gioco della Sabbia dalla tecnica del Gioco del Mondo, creato a Londra dalla pediatra Margaret Lowenfeld (1939) per permettere al bambino di dare espressione al proprio mondo. Dora Kalff venne a contatto con questa metodologia, frequentò per due anni (1955- 1956) l’Istituto di Psicologia Infantile della Lowenfeld e integrò il Gioco del Mondo in una visione teorica junghiana.

Bibliografia

  • Aite P., Passaggi della psiche. Il gioco della sabbia nell’analisi junghiana, Bollati Boringhieri, Torino, 2002.
  • Janigro N., La sabbia come cura, in “Doppiozero”, agosto 2012.
  • Pattis Zoja E., Curare con la sabbia, Moretti e Vitali, Bergamo, 2011.
  • Stocchi I. Il gioco della sabbia nella terapia con i bambini, Vivarium, Milano, 2018.
  • Tonelli P., La scatola azzurra, in “Bambini”, n. 1, gennaio 1990, pp. 35-40.
  • Tonelli P., La scatola azzurra nei nidi, in “Bambini”, n. 5, maggio 2013, pp. 44-47.
Il Parent Counseling con metodo Daniele Novara aiuta i genitori in difficoltà. La consulenza per genitori è un supporto concreto.

Restiamo in contatto!

Iscrivendoti alla Newsletter riceverai le novità e le iniziative del centro diretto da Daniele Novara.